Acquedotto Spinadello: Sede della Mostra Totally Lost

acquedotto spinadello forlimpopoli

Acquedotto Spinadello

acquedotto spinadello dalla strada

acquedotto spinadello selbagnone di forlimpopoli facciata

ingresso sala pompe

acquedotto spinadello forlimpopoli

armadi tecnici acquedotto spinadello

valvole e pulsanti

pulsanti armadio tecnico

misuratore

ragnatele su grata

finestra sala pompe

scalinata giardino

giardino inferriata

verde natura

inferriata giardino

inferriata e natura

ingresso acquedotto

fianco acquedotto selbagnone

acquedotto spinadello con parco

uscita strada acquedotto

Isolato rispetto al centro storico di Forlimpopoli ed al di là della strada che divide la frazione di Selbagnone dalle campagne si trova l’ex Acquedotto Spinadello. Per arrivarci è necessario percorrere tutta la via Ausanuova fino alla fine della strada. In mezzo all’aperta campagna del fiume Ronco si trova l’ex acquedotto: la struttura è stata recentemente concessa da Unica Reti (l’attutale proprietario) in utilizzo gratuito al comune di Forlimpopoli, il quale ha provveduto al suo restauro nelle sale superiori, lasciando invariata la sala pompe. Successivamente al restauro, però, non è ancora chiara la destinazione d’uso che il comune ha pensato per la struttura.

Lo stile dell’edificio è razionalista, per cui la funzione dello stabile predomina sulla sua forma: si giunge all’ingresso attraverso un grosso cancello che si apre su di una via costeggiata da pini. Immediatamente davanti all’acquedotto si trova un ulteriore cancello, oltrepassato il quale si può accedere all’edificio composto di due sale al piano terra e della sala pompe al piano interrato e facilmente accessibile attraverso un’apposita scala.

Durante la sua realizzazione venne fatta una modifica al progetto iniziale aggiungendo una torretta sulla sommità dell’edificio. Questa parte fu aggiunta per enfatizzare l’importanza dell’edificio, infatti gli edifici pubblici risalenti al periodo fascista non erano costruiti solo per l’utilità effettiva prevista, ma anche per creare consenso attraverso l’ammodernamento del paese.

L’acquedotto Spinadello venne inaugurato nel 1939 e rimase attivo fino al 1986. Veniva utilizzato per rifornire diversi comuni, tra cui Forlimpopoli, Bertinoro, Lugo e Cotignola. Attraverso le sue pompe idrauliche l’acqua prelevata da 4 pozzi creati nelle adiacenze della struttura veniva spinta fino ad un grande serbatoio a Bertinoro, che grazie alla forza di gravità faceva arrivare l’acqua ai comuni ravennati. Per quel che riguarda Forlimpopoli, invece, vi era una via diretta tra l’acquedotto Spinadello ed il serbatoio della città.

Totally Lost all’Acquedotto Spinadello

acquedotto spinadello selbagnone forlimpopoli

totally lost allestimento acquedotto spinadello

totally lost mostra fotografica

foto totally lost regimi totalitari

mostra fotografica forlimpopoli

scala acquedotto spinadello

sala pompe selbagnone

acquedotto spinadello sala pompe

spazi indecisi per totally lost

totally lost acquedotto spinadello

Totally Lost è un progetto nato nel 2012 nell’incontro tra le due associazioni Spazi Indecisi e Atrium Forlì e si occupa di trovare e documentare lo stato attuale degli edifici costruiti durante i regimi totalitari del ‘900 in Europa, con particolare attenzione a tutte quelle realtà che versano in stato di abbandono.

Lo scopo dell’attività è quella di rispondere ad alcune domande, tra le quali se le stesse strutture risultano essere autoritarie anche in un regime democratico e se queste potranno mai liberarsi delle ideologie che simboleggiavano per poter rinascere ad una nuova vita con una nuova destinazione d’uso. Dopo la prima mostra organizzata in seguito alla mappatura del 2012, nel 2015 è stata lanciata una seconda call europea per mappare nuovi edifici. In questo caso la mappatura ha toccato 25 paesi per un totale di circa 500 edifici.

Il risultato di quest’attività è una mostra corredata da numerosi eventi e dislocata su tre sedi: la casa del Mutilato di Forlì, la casa del Fascio di Teodorano (poco dopo Meldola) e l’acquedotto Spinadello di Selbagnone (Forlimpopoli). In ogni sede è stato battezzato un tema relativo ai contenuti che espone: mentre a Forlì il focus è sulle strutture, siano questi edifici o imponenti altari del totalitarismo, a Teodorano ci si concentra sui paesaggi costruiti e coinvolti dal regime, mentre all’Acquedotto Spinadello l’argomento principale è la grafica e come anche i font dell’insegne a corredo degli edifici costruiti avessero la loro importanza.

La mostra all’interno dell’acquedotto è distribuita nelle varie stanze dell’edificio, con una foto anche all’interno dei servizi, per affinità di soggetto.

La mostra Totally Lost è anche un’ottima occasione per conoscere e visitare edifici normalmente non accessibili al pubblico e di cui spesso viene ignorata l’esistenza. Con l’occasione della mostra all’acquedotto consiglio anche una passeggiata per la vicina campagna del Parco dei Meandri del Fiume Ronco (scoprilo qui).

https://www.lorenzotaccioli.it/wp-content/uploads/2016/09/Acquedotto-Spinadello-Forlimpopoli-600x424.jpg
px600
px424
Acquedotto Spinadello: Sede della Mostra Totally LostScopri l'acquedotto Spinadello grazie Totally Lost 2016: un edificio in disuso e di epoca fascista che ospita la mostra sugli edifici di epoca totalitaria.https://www.lorenzotaccioli.it/acquedotto-spinadello-mostra-totally-lost/
Lorenzo Taccioli