Piazza del Popolo

L'ultima provincia delle Marche, prima della Basilicata è Ascoli Piceno. Ho sempre sentito parlare bene di questa città, ma l'unica occasione che avevo avuto prima per visitarla non la sfruttai e mi recai a Chieti. 

Oggi posso dire che fu un grande errore. Ascoli ha un centro non troppo grande, ma è un susseguirsi di meraviglie. La maggior parte dei monumenti sono costruiti in travertino: una roccia sedimentaria calcarea che dona quel colore leggermente caldo alle strutture. 

Ascoli, oltre che per i suoi fritti, è nota anche come la città delle cento torri.

Arrivati in automobile accediamo al grande parcheggio al di là del Fiume Tronto. Attraversato un piccolo ponte pedonale accediamo al centro storico dal retro della Cattedrale di Sant'Emidio che si impone su piazza Arringo. 
La cattedrale è il Duomo della città di Ascoli Piceno e la sua costruzione avvenne tra il IV ed il XVI secolo continuando a sovrapporre le nuove parti a quelle già esistenti. La sua facciata, ovviamente in travertino, venne realizzata nella prima metà del 1500, mentre all'interno si può accedere ad una cripta risalente all'XI secolo che ospita le reliquie di Sant'Emidio.

Al fianco della Cattedrale si trova il Battistero di San Giovanni, di cui è stato difficile stimare gli anni della costruzione, ma si suppone che risalga al V secolo circa. 

Su piazza Arringo si affaccia anche Palazzo dell'Arengo: costituito dal palazzo del comune e dall'Arringo. Da questo palazzo si accede anche ad una bella corte adornata da statue. 

Proseguendo nel centro storico si arriva alla bellissima Piazza del Popolo. In una giornata uggiosa come questa anche il pavimento brilla sotto le gocce di pioggia. Lo stile è quello rinascimentale ed il suo nome è dovuto alla presenza del palazzo dei Capitani del Popolo che sorge affianco allo storico Caffè Meletti. Il palazzo venne costruito a partire dal XIII secolo e fu l'unione di altri tre edifici già presenti, per cui la nuova facciata è leggermente rientrante sulla piazza. Il cortile interno del palazzo è adornato da splendidi portici su diversi piani.
Su Piazza del Popolo si affaccia anche la chiesa di San Francesco e nacque per ricordare la visita del santo ad Ascoli avvenuta nel 1215.

A pochissima distanza dalla piazza centrale si trova il Teatro Ventidio Basso, proprio davanti al Chiostro Maggiore di San Francesco e proseguendo su via del Trivio si arriva ad un'altra bella piazza della città: Piazza Ventidio Basso, la quale ospita la chiesa dei Santi Vincenzo ed Anastasio: un'altra bella chiesa del XI secolo costruita su di un tempio ipogeo di cinque secoli prima.

Uscendo leggermente dalle vie più centrali di Ascoli Piceno si giunge al Ponte Romano di Solestà: un antico ponte risalente al I secolo dopo Cristo.

Ovviamente nella giornata ad Ascoli abbiamo approfittato anche noi dell'ottimo fritto, che si trova facilmente anche seguendo le indicazioni di TripAdvisor. 

https://www.lorenzotaccioli.it/wp-content/uploads/2016/02/MG_6479-300x200.jpg
px300
px200
Ascoli PicenoL'itinerario di un giorno nella stupenda Ascoli Piceno. Scopri la splendida Piazza del Popolo ed il motivo per cui le sue meraviglie brillino così tanto.https://www.lorenzotaccioli.it/ascoli-piceno/
Lorenzo Taccioli