Bertinoro: la Terrazza della Romagna

Colonna della Anella e Piazza della Liberta Bertinoro

Cenni storici su Bertinoro

Colonna della Anella e Piazza della Liberta Bertinoro

Palazzo Ordelaffi

Piazza Ermete Novelli Bertinoro

Bertinoro è un piccolo borgo medievale della provincia di Forlì Cesena, abitato già in tempi antichi: nella seconda metà dell’800 alle sue pendici venne ritrovato un pozzo le cui acque venivano impiegate dalle popolazioni di età preistorica. I successivi scavi archeologici portarono alla luce vari ritrovamenti quali ciotole ed oggetti religiosi.

Nonostante ciò si ritiene che in epoca romana l’attuale Bertinoro non fosse abitata, ma lo fossero le numerose frazioni vicine. L’attuale rocca venne fortificata nell’Alto Medioevo, così come nel vicino colle (maggiore) di Montemaggio. Intorno all’anno mille, però, venne abbattuta la rocca di Montemaggio e tutti gli abitanti del piccolo paese vennero fatti trasferire in quella che diventerà l’attuale Bertinoro ed in cui è tutt’ora possibili vedere la rocca.

Verso la fine del ‘300 Bertinoro passò sotto i Malatesta di Rimini, per poi passare alla sovranità della chiesa nel XVI secolo.

Visita del borgo

Rocca e Parcheggio

Si può salire a Bertinoro da diversa località di Cesena o Forlimpopoli, ma già da lontano è possibile ammirare il suo centro storico che svetta sul colle. La parte più antica è quella che si trova sulla sommità, mentre poco sotto c’è tutto il nuovo insediamento.

Quando si giunge al borgo è possibile lasciare l’automobile in diversi punti: all’interno del vecchio centro storico oppure sotto. In questo caso io seguo la ripidissima via in salita che arriva fin sotto la rocca, nella quale si trova un piccolo parcheggio.

Il comune e la Piazza della Libertà

Bertinoro Torre Civica

Torre Civica e Palazzo Ordelaffi Bertinoro

Piazza della liberta

Palazzo Ordelaffi e Torre Civica di Bertinoro

Comune di Bertinoro

Terrazza della Romagna

Ca de be

Scendendo per la via principale si passa davanti a qualche osteria, alla caserma dei carabinieri e ci si ritrova poi nei pressi della piazza principale di Bertinoro: piazza della Libertà. Su questa piazza si affaccia il palazzo del comune, che attraverso un porticato permette di raggiungere la via rialzata che sormonta la piazza stessa.

Il palazzo comunale venne fatto costruire all’inizio del ‘300 da Pino degli Ordelaffi (signore di Bertinoro) e da allora ospitò in maniera continuativa il comune. L’edificio oggi si chiamo Palazzo Ordelaffi, è alto 40 metri ed è possibile visitare diverse sale al suo interno tra cui la sala del Popolo, così chiamata perché qui vi si riuniva la cittadinanza per prendere decisioni.

Il palazzo è adornato dalla Torre Civica (costruita in epoca antecedente il palazzo) e la quale fu dimezzata in altezza alla fine del ‘500 e completata con una cella campanaria.

Sotto al palazzo si sviluppa piazza della Libertà, completata da un grande affaccio sulla vallata. Conosciuta anche come “la terrazza della Romagna“, affacciandosi alle sue balaustre è facile capirne il motivo. Al di sotto della piazza si trova lo storico locale (aperto all’inizio degli anni ’70) la ca’ de be’, recentemente rinnovato.

La colonna delle anella

Colonna della Anella Bertinoro

Proprio al fianco del comune si trova la colonna delle anella: così chiamata perché quando arrivava qualche ospite era usuale legare il cavallo agli anelli di cui è corredata. Ad ogni anello corrispondeva una famiglia di Bertinoro che avrebbe ospitato la persona appena giunta in paese. Questa tradizione è arrivata fino ai giorni nostri e la colonna è ancora il fulcro della festa dell’ospitalità, che si svolge il primo weekend di Settembre di ogni anno e durante la quale prendono vita anche sfilate storiche.  Durante la festa vengono attaccate delle buste agli anelli e le persone aprendo la busta scelta scoprono la famiglia che li ospiterà per pranzo.

I vicoli di Bertinoro

Via Andrea Costa Bertinoro

Pozzo del Comune

Scala ed Orto

Coppi sul tetto

Montemaggio Ripetitore

Torre Bertinoro e Montemaggio

Tegole e Terrazzo

Palazzo Storico

Via Arrigo Mainardi Bertinoro

Palazzo Storico Bertinoro

Residenza Storica Bertinoro

Lasciando la piazza è molto bello passeggiare tra i vicoli di Bertinoro: ci si muove tra edifici storici e panorami che spaziano fino al mare. Spesso ci si imbatte in strette vie sulle quali si affacciano piccole case. Passeggiando per alcuni vicoli si può avere l’impressione di essere nella corte di qualche casa.

Arriviamo anche in un grande parco che corre intorno a tutta la rocca e nel quale si possono ancora vedere le antiche torri rivolte verso Montemaggio.

La rocca di Bertinoro

Rocca di Bertinoro e Giardino

Museo interreligioso Bertinoro

Ingresso alla Rocca

Rocca di Bertinoro Giardino e Statue

Tornando verso il parcheggio si può ammirare la grande rocca di Bertinoro. Purtroppo non è possibile visitarla liberamente, ne nella sua interezza. Al suo interno è ospitato il museo interreligioso ed alcune attività legate all’Alma Mater di Bologna. La rocca venne costruita durante il X secolo grazie ai conti di Bertinoro e, vista la sua posizione privilegiata, negli anni passò sotto diversi proprietari, fino al XVI secolo quando divenne sede vescovile.

https://www.lorenzotaccioli.it/wp-content/uploads/2016/08/Colonna-della-Anella-e-Piazza-della-Liberta-Bertinoro-600x414.jpg
px600
px414
Bertinoro: la Terrazza della RomagnaUna mezza giornata a passeggio per i vicoli di Bertinoro. Scopri l'utilità della colonna delle anella, tutt'oggi utilizzata per la festa dell'ospitalità.https://www.lorenzotaccioli.it/bertinoro-la-terrazza-della-romagna/
Lorenzo Taccioli