Cascate della Val Nera – Trekking

Cascate della Val Nera - Trekking in Valtellina

Il breve trekking delle Cascate della Val Nera è un bel percorso ad anello a pochi chilometri da Livigno in cui ci si immerge in un bel contesto naturale e selvaggio, adatto anche alle famiglie.

La meta del sentiero è la cascata, che si trova nel punto in cui attraverso un breve ponte tibetano è possibile attraversare la valle.

Ecco tutte le informazioni sulle cascate della Val Nera.

Dove si trovano le Cascate della Val Nera ^

Le Cascate della Val Nera si trovano in alta Valtellina, a dieci chilometri in direzione sud da Livigno. Siamo anche a poca distanza dal confine con la Svizzera e, infatti, se si proviene da ovest la strada più veloce per arrivarci prevede di passare per la nazione elvetica. Più in particolare le cascate occupano la parte orientale della Valtellina, quella più vicina al confine con l’Alto Adige.

Questo luogo naturale fa parte del comune di Livigno ed è quindi all’interno della vasta provincia di Sondrio che copre praticamente tutta la parte settentrionale della regione Lombardia.

Altitudine delle Cascate della Val Nera ^

Le cascate della Val Nera sono ad un’altitudine di 2158 metri sul livello del mare. Il percorso che ci porta fino a qui ha però un dislivello minimo ed anche per questo è un percorso adatto alle famiglie.

Dove parcheggiare ^

Chi giunge al trekking delle cascate della Val Nera è molto probabile che arrivi con la propria automobile. Il primo dubbio è quindi dove parcheggiare, perché le cascate si raggiungono esclusivamente a piedi in qualche decina di minuti.

Questa zona della Valtellina è praticamente priva di centri abitati nelle vicinanze, e quindi vi ci si arriva solo per via di una bella strada che taglia le montagne. I parcheggi disponibili sono solo lungo la strada e il più vicino è il P8, contrassegnato come “zona Alpe Campaccio“. I posti disponibili non sono infiniti, ma se arrivate la mattina presto o in orario di pranzo tendenzialmente si trova abbastanza bene, per via del ricambio delle persone. La sosta è gratuita.

Il parcheggio è a circa un chilometro dall’hotel Forcola, sulla strada per il passo Forcola.

Dettaglio del Trekking alle Cascate della Val Nera ^

Come detto il trekking delle cascate della Val Nera è adatto sia a grandi che piccini. Grazie al suo sentiero battuto e un dislivello contenuto non presenta grosse difficoltà.
Certo non è agevole da farsi con un passeggino, ma se i bambini camminano o possono essere portati nello zaino, potranno affrontarlo senza problemi. 

Lunghezza e tempo di Percorrenza ^

Il trekking delle Cascate della Val Nera è un percorso abbastanza semplice e veloce, che può essere combinato ad altre destinazioni nelle vicinanze. In appena un’ora e mezza si può infatti percorrere l’intero percorso circolare, con un dislivello di circa 194 metri. Se si è veloci sarà invece sufficiente una sola ora.

La lunghezza totale del percorso è di circa 2,5 chilometri. Lo stesso tragitto può essere percorso anche in bicicletta e infatti incrociamo più di un’ebike…

Lungo il trekking si pecorrerà dall’alto la vallata scavata dal fiume e si avrà come punto di riferimento le alte cime del Monte Val Nera, che raggiungono anche i 3182 metri sul livello del mare.

Il Sentiero ^

Il sentiero del trekking delle Cascate della Val Nera comincia proprio al parcheggio P8 e in un primo tratto la strada asfaltata lascia spazio a una inghiaiata. Il percorso da seguire è segnalato ed è il 114, noto come “la Caskeda dala Val Neira“. 

Il primo tratta si snoda al fianco di grandi pascoli, dove le mucche curiose e lasciate libere di muoversi tengono d’occhio i visitatori. Svoltando a sinistra raggiungiamo la Malga del Vago, dove è possibile fermarsi (all’andata o al ritorno) per un break, un caffè o una degustazione di prodotti tipici tra cui numerosi formaggi.

Dietro alla Malga del Vago si trova il sentiero che porta fino a un ponte sul fiume. Qui si biforca il sentiero ad anello e dovrete decidere se salire prima del ponte e costeggiare il fiume mantenendo il lato orientale (sentiero 106), oppure percorrere il ponte e salire dal lato occidentale, che prevede una salita iniziale ben più ripida (sentiero 107). Noi scegliamo di salire per il lato orientale e tornare per quello occidentale, in un bel percorso ad anello. 

Anche nel nostro caso la salita iniziale si fa sentire, ma è l’unico tratto con un minimo di difficoltà, per il resto infatti si procede in maniera abbastanza pianeggiante, con una leggera e dolce salita. Il tragitto si snoda totalmente sulla parte più alta della valle scavata dal fiume e regala un punto di vista rialzato sul letto del fiume.

Il panorama intorno alterna la roccia nuda a prati e piccole foreste che si aprono poi in zone piantumate con arbusti. Lo scorrere dell’acqua è un rumore che accompagna i visitatori in maniera costante, e che si fa più accentuato quando arriviamo in corrispondenza delle Cascate della Val Nera. 

Le Cascate della Val Nera sono inizialmente nascoste alla vista di chi arriva dal lato orientale, che si trova davanti una stretta scala scavata nel terreno che scende fino alla base della valle. In realtà all’inizio degli scalini è presente anche un breve tratto, non segnalato, che se percorso porta alla sommità del salto d’acqua, ma è necessario procedere con attenzione. La scalinata scende proprio al fianco del salto di 10 metri, che si svela lentamente e conduce fino alla base della cascata e al letto del fiume. Qui è poi presente un piccolo ponte tibetano sorretto da alcune funi che, all’apparenza, sembra piuttosto pericolante. In realtà è solido e, anche se traballante, può essere attraversato tranquillamente. Questo è l’unico punto in cui fare attenzione ai bambini più piccoli, ma ho visto passare famiglie persino con un passeggino…

Cascate della Val Nera e ponte tibetano in Valtellina

Dopo esserci fermati un po’ ad ammirare questo luogo naturale e la vallata circostante, prendiamo la scalinata che sale dalla parte opposta della valle e ci riporta in quota. Il ritorno è sul lato occidentale del fiume e regala un paesaggio più verdeggiante e dei prati più ampi, dove alcune persone si fermano per un pic nic. Ancora una volta passiamo per spazi più aperti e piccole boscaglie, fino ad arrivare al tratto finale dove troviamo una ripida discesa che ci riporta fino alla Malga del Vago, dopo aver attraversato il ponte sul fiume.

Si conclude così il trekking delle Cascate della Val Nera, e facendolo di mattina abbiamo ancora tutto il pomeriggio davanti per altre destinazioni come, ad esempio il vicino Lago Bianco in Svizzera, il centro di Livigno o la suggestiva Bormio…

https://www.lorenzotaccioli.it/wp-content/uploads/2021/02/Cascate-della-Val-Nera-Trekking-in-Valtellina-600x400.jpg
px600
px400
Cascate della Val Nera - TrekkingDove parcheggiare, lunghezza, dislivello, foto... ecco i dettagli del trekking delle Cascate della Val Nera a poca distanza da Livigno.https://www.lorenzotaccioli.it/cascate-della-val-nera-trekking/
Lorenzo Taccioli