Grasse – la Città del Profumo

Centro storico di Grasse e la Cathédrale Notre Dame du Puy

Da Saint Maximin La Sainte Baume proseguiamo ancora verso oriente, in direzione dell’Italia e in quasi un’ora e mezza di automobile (120 chilometri), arriviamo a Grasse, la capitale francese del profumo.

Tra i negozi nei vicoli di Grasse - Città Provenzale capitale del profumo

I Profumi a Grasse ^

In questa città tutto gira intorno ai profumi, questo è infatti il business principale, che oltre alla sua produzione riesce a guadagnare anche grazie ai numerosi musei e alle piccole rivendite del centro storico. Questo business si è sviluppato da oltre tre secoli.

Nella città e nei suoi immediati dintorni ci sono circa trenta grandi parfumerie che producono essenze che vengono poi rivendute ai marchi più blasonati, tra cui Lancome e Dior. Attraverso una visita alla parfumerie Fragonard si possono conoscere tutti i segreti di come nasce un profumo.

Verso il centro storico medievale della città del Profumo francese - Grasse

La città di Grasse promuove talmente tanto questo suo business che, camminando per le strade, non si possono non notare delicati e piacevoli profumi: facendo un po’ di attenzione si vedranno i vaporizzatori di profumo sparsi per tutto il centro storico che spruzzano regolarmente essenza per le sue vie.

Cosa Vedere a Grasse ^

Il centro storico di Grasse è costruito su di una collina a circa 16 chilometri da Cannes e regala uno splendido panorama sulla Costa Azzurra.

Le sue dimensioni sono modeste e anche le attrazioni non sono troppo numerose, sarà quindi difficile spendere più di una giornata in questa città, molto meglio dedicargli mezza giornata al massimo. Il centro medievale di Grasse è andato espandendosi durante il periodo di boom del turismo, verso fine ottocento, relegando gli edifici medievali a una piccola parte della città, ampliatasi velocemente.

Passeggiando per le vie del centro storico si noteranno le vecchie ville cinquecentesche dei mercanti di pelle, quelle seicentesche dei produttori di profumo e quelle settecentesche dei parfumiers che sono state trasformate in boutique, musei e uffici comunali.

Parfumerie Fragonard – la Fabbrica del Profumo ^

La prima cosa che si noterà entrando nel centro storico di Grasse è la Parfumerie Fragonard, probabilmente anche l’attrazione più importante di tutta la città.

La Parfumerie Fragonard si trova in Boulevard Fragonard, praticamente a ridosso dei giardini pubblici nell’estremità meridionale del centro cittadino. In maniera molto scaltra la profumeria ha deciso di racchiudere all’interno dello stesso palazzo sia un museo che la fabbrica stessa che produce le essenze.

Il museo ^

L’ingresso è totalmente gratuito e la visita si articola in questa maniera: al piano primo si possono vedere ritrovamenti storici e pezzi quasi da collezione legati al profumo, come boccette da viaggio o ampolle storiche, oltre che alcuni pezzi del passato che mostrano come venivano creati i profumi.

La visita alla Fabbrica del Profumo ^

Scendendo al piano terra si raggiunge invece l’area più interessante. Qui a un desk si può prenotare la propria visita (sempre gratuita) all’interno della fabbrica Fragonard. Le visite partono piuttosto di frequente, ogni 15 / 30 minuti e i gruppi vengono aggregati in base alla lingua parlata. Noi, per non attendere troppo, ci inseriamo in un gruppo con visita in inglese e dopo pochi minuti entriamo all’interno della fabbrica con una guida che ci fa fare un percorso veramente interessante!

Vediamo per filo e per segno come venivano prodotte le essenze e come vengono prodotte adesso. Durante i giorni feriali la fabbrica è effettivamente in produzione, mentre durante la nostra visita non c’è nessuno. Così vediamo ferme le catene che permettono di imbottigliare le essenze, poi entriamo nella grande sala dove le essenze vengono fatte macerare in grandissime cisterne. Al centro della sala dei grandi filtri vengono impiegati per rimuovere le impurità. Avvicinandoci il naso si può chiaramente percepire l’essenza passata attraverso il filtro. Raggiungiamo poi una sala che mostra i vecchi telai in cui venivano estratte le essenze direttamente dai fiori e qui ci spiegano, ad esempio, che per estrarre un chilogrammo di essenza di lavanda, servono circa duecento chilogrammi di lavanda. Un chilogrammo di essenza di rose equivale a trecento chilogrammi di rose.

Apprendo anche la differenza fondamentale tra profumo, eau de toilette e eau de Cologne: tutto sta nella concentrazione dell’essenza. Nei profumi questa è circa il 20% del totale, nell’eau de toilette è il 10% e scende a un 5/6% dell’eau de Cologne.

Prima di terminare il giro nella fabbrica vediamo la postazione di un “naso”, ovvero colui che partendo dagli oli essenziali sa miscelarli perfettamente per creare nuove essenze. Ci viene spiegato che le scuole per diventare un “naso” sono veramente poche (si possono contare sulle dita di una mano) e che buona parte di queste si trova proprio in Francia.

Terminata la visita si sale allo shop, dove la nostra guida ci fa un breve test facendoci annusare alcuni profumi con l’intento di farci individuare le essenze che questi contengono. Ovviamente si tratta di un divertente pretesto per invitarci ad acquistare qualche prodotto.

Cathédrale Notre Dame du Puy de Grasse ^

Lasciata la Parfumerie Fragonard percorriamo le vie del centro storico di Grasse fino a raggiungere la Cathédrale Notre Dame du Puy sulla place du Petit Puy.

Centro storico di Grasse e la Cathédrale Notre Dame du Puy

Anche gli altri edifici che si affacciano su questa piazza sono storici, ma quello che più incanta è la facciata di questa piccola chiesa. La cattedrale si appoggia al palazzo vescovile, che oggi ospita l’hotel de ville (il municipio). Entrambi sono stati costruiti nel XII secolo nell’esatto punto in cui si trovava anticamente la fortezza cittadina.

La Cathédrale Notre Dame du Puy è stata rimaneggiata più volte durante i secoli e gli interni ad unica navata con volte a crociera, sono piuttosto suggestivi e scarni. Intorno all’altare le colonne e i muri sono stati danneggiati da un incendio scoppiato poco dopo la rivoluzione francese e ha donato loro un aspetto simile alla roccia grezza.

Alla cattedrale è affiancata la torre saracena, alta circa 30 metri, che serviva anticamente come torre di avvistamento.

Monumento ai Caduti di Grasse ^

Davanti alla facciata della Cathédrale Notre Dame du Puy si trova il monumento ai caduti di Grasse. Si tratta di un piccolo monumento creato da uno scultore e da un architetto. Venne inaugurato nel 1928 e rappresenta una sorta di piccolo tempio di base quadrata e sorretto da quattro pilastri.

Inizialmente, al suo centro, si trovava una piccola cripta all’interno della quale si custodivano maschere antigas.

Monumento ai caduti di Grasse

Chiesa de l’Oratoire ^

Nel cuore del centro storico, in rue de l’Oratoire, incastonato tra le facciate delle altre case si trova la Chiesa de l’Oratoire. Nonostante non abbia davanti a se uno spazio che permetta di apprezzarla al meglio, questo edificio religioso è uno dei più antichi di tutta Grasse e per qualche tempo fu conosciuto come chiesa di Saint-Marie de Grasse.

Non è ancora chiaro quale sia il secolo in cui venne costruita, ma cambiò spesso destinazione d’uso: fu un club, sede di un comitato rivoluzionario, un teatro. Proprio all’interno della chiesa de l’Oratoire andò in scena un sacrilegio alla fine del XII secolo. In quel periodo giunsero in città gli scozzesi che durante la notte entrarono nella chiesa e spezzarono la pietra che componeva l’altare, profanando poi il resto della chiesa.

Agli inizi del XVIII secolo, questo luogo di culto venne dato in affido ai monaci di Lérins.

Chiesa de l'Oratoire - Grasse

Place de l’Eveché ^

Proprio al di sotto della cathédrale Notre Dame du Puy e del palazzo del municipio, c’è la place de l’Eveché. Questa è la piazza più recente di tutta Grasse, inaugurata negli anni ’80 del secolo scorso durante un’opera di riqualificazione cittadina.

La parte più suggestiva di questa piazza è sicuramente la vista sugli importanti palazzi cittadini, che è chiusa nella parte più bassa da una fontana ad archi ricavata da alcune vecchie cantine che si trovavano prima qui. La pavimentazione della piazza evoca invece quella di alcune cattedrali francesi.

Place de l'Eveche - Grasse

Place aux Aires ^

Arriviamo infine in place aux Aires, la piazza principale di Grasse.

Qui, ogni mattina, viene allestito il grande mercato di fiori e verdura. Quando venne concepita, però, la sua destinazione d’uso era differente: veniva infatti impiegata dai mercanti dell’industria conciaria, che trovavano sollievo dal sole e protezione dalle intemperie grazie ai numerosi portici (di diverse altezze) che circondano il perimetro di place aux Aires.

Sui duemila metri quadri di place aux Aires si affacciano circa 35 palazzi, oltre che una fontana di inizio ottocento in tipico stile provenzale con due bacini sovrapposti.

Festa del Profumo di Grasse ^

La festa del profumo di Grasse si celebra ogni anno come omaggio a uno dei fiori simbolo della città: il gelsomino. Questo fiore è coltivato a Grasse dalla metà del XIX secolo e il suo odore ben si presta alla creazione di profumi. Il fiore viene raccolto da agosto ad ottobre, ogni mattina a partire dalle 5. Per raccogliere ogni chilo di gelsomino vengono impiegate circa 2 ore e, ogni giorno, viene consegnato nelle profumerie che lo lavorano istantaneamente per non perderne l’essenza. La lavorazione permette di ottenere un litro di essenza di gelsomino, impiegando 8 chilogrammi di fiori.

Ovviamente per la città capitale del profumo questo fiore è piuttosto importante e così, ogni anno, il primo weekend di agosto viene celebrato il gelsomino per tutto il centro storico di Grasse, attraverso l’esposizione dei fiori e dei prodotti che da questi si ricavano.

Scopri l’itinerario completo di una settimana tra Provenza, Camargue e borghi della Costa Azzurra.

https://www.lorenzotaccioli.it/wp-content/uploads/2018/10/Centro-storico-di-Grasse-e-la-Cathedrale-Notre-Dame-du-Puy-600x400.jpg
px600
px400
Grasse - la Città del ProfumoGrasse è la città provenzale conosciuta come la capitale del profumo. Ecco l'itinerario di un giorno per non perdersi nulla della città.https://www.lorenzotaccioli.it/grasse-la-citta-del-profumo/
Lorenzo Taccioli