Le rocce di Svatoš, Karlovy Vary ed Hrensko – Repubblica Ceca

Rocce di Svatos

Sentiero Doubì

Rocce di Svatos

rocce di Svatoš

Pareti di Svatoš

Cavalli

Karlovy Vary Piazza

Fiume Ohre

Stabilimento termale

Karlovy Vary Facciate Stile Secese

Stazione termale

Mlynskà Kolonàda

Karlovy Vary Colonne

Mlynskà Kolonàda

Stazione Termale

Vrìdelnì Kolonàda

La meta di quest’estata è la Repubblica Ceca. Dopo una buona documentazione è stata scelta perché, oltre alla città di Praga, ci sono diverse altre mete piene di natura da visitare.

Il primo giorno arriviamo per ora di pranzo e, noleggiata un’automobile dall’aereoporto di Praga, partiamo subito verso la prima destinazione: una passeggiata lungo le rocce di Svatoš e Karlovy Vary.

Le rocce di Svatoš sono difficilissime da trovare, anche la gente del luogo non sa esattamente indicarti la strada che ora vi svelerò: dovrete parcheggiare la macchina ed incamminarvi lungo il sentiero di Doubì. In circa venti minuti di passeggiata si arriva dalla riva opposta del fiume Ohre rispetto ad alcuni pilastri di roccia a forma di prismi e piramidi (la leggenda dice che una ninfa trasformò un corteo di nozze in pietra).

Si possono raggiungere le rocce di Svatoš attraverso un bel ponte sospeso..

Riprendiamo il sentiero e torniamo verso l’automobile, la prossima tappa è la cittadina termale di Karlovy Vary. La cittadina si trova in un’ansa del fiume Teplà ed è piena di case in stile secese (il corrispondente ceco ed austriaco dell’art nouveau). Camminando per il suo centro, cosparso di tantissime fontanelle da cui si può bere acqua termale rigorosamente attraverso una delle tazze in ceramica in vendita, perché altrimenti si verrà ustionati dalla temperatura dell’acqua. L’edificio che forse più caratterizza Karlovy Vary, edificato quando la cittadina era la meta termale più in voga di tutta l’Europa (fine del XVIII secolo) è senz’altro il Mlynskà Kolonàda con le sue imponenti colonne.

Durante la passeggiata non si può non far visita anche alla sorgente Vrìdlo (nel Vrìdelnì Kolonàda): l’acqua esce con un getto talmente potente da sembrare un geyser.

Lasciata anche Karlovy Vary ci dirigiamo verso il piccolo paese dove pernotteremo quella sera: Hrensko e proprio durante il viaggio veniamo avvisati che il nostro hotel ha fatto overbooking. Abbiamo il nostro pensare durante il tragitto e finirà che dormiremo in un altro hotel tutto pieno, smistati in camere singole che verranno pulite al momento.

Guarda tutte le tappe del viaggio Ceco:

Oppure leggi l’itinerario completo di 7 giorni in Repubblica Ceca!

https://www.lorenzotaccioli.it/wp-content/uploads/2015/08/RocceSvatos-600x400.jpg
px600
px400
Le rocce di Svatoš, Karlovy Vary ed Hrensko - Repubblica CecaIl viaggio in Repubblica Ceca inizia con la visita alle fantastiche Rocce di Svatoš ed alla cittadina termale di Karlovy Vary. Pernottamento a Hrensko.https://www.lorenzotaccioli.it/rocce-svatos-karlovy-vary/
Lorenzo Taccioli