La Scozia è uno di quei viaggi che ricordo sempre con molto piacere. Uno dei primi tour organizzati da solo alla scoperta di un intero territorio con l’automobile noleggiata in loco. Ad attirarmi di questa nazione c’erano nel mio immaginario piccole cittadine dello stile gotico e grandi paesaggi naturali che si incastravano alla perfezione.

E le mie aspettative non sono state affatto deluse. La Scozia si trova nella parte più settentrionale dell’isola maggiore del Regno Unito, ovvero la Gran Bretagna di cui occupa più di un terzo del territorio. La particolarità di questa nazione è che è quasi interamente circondata dall’oceano, se non a sud dove confina con l’Inghilterra. Le sue belle coste sono per il resto bagnate dall’oceano Atlantico e dal mare d’Irlanda a sud. La costa frastagliata che la contraddistingue ha dato vita anche a numerosissime isolette che in un lungo viaggio varrebbe la pena visitare.

Due sono le città principali della Scozia: Edimburgo, la capitale, e Glasgow che rappresenta la città più grande. Queste due destinazioni sono estremamente differenti tra loro. Mentre Edimburgo col suo stile un po’ cupo e un po’ gotico rispecchia l’immaginario che ho della Scozia e mi piace terribilmente, Glasgow ha un trascorso industriale e una storia meno antica. Ciò lo si rivive nelle architetture e nell’urbanistica della città, che si è comunque progressivamente modificata per divenire più vivibile e aprirsi al turismo. Oggi Glasgow è una città giovane e movimentata, che dà sicuramente un volto inedito e differente della Scozia.

Il vero motivo che però mi attrae della Scozia sono l’insieme di piccolissime cittadine sparse per tutto il territorio. Visitarle significa scoprire paesi con piccoli centri storici curatissimi e case basse che si alternano alle grandi chiese. Questi territori sono spesso immersi nelle leggende, prima tra tutte quella famosissima sul mostro di Loch Ness, un tranquillo laghetto al centro del paese.

In Scozia però a farla da padrona è la natura selvaggia. Raggiungete le aspre coste del nord, giungendo fino al 58° parallelo che passa per Durness, oppure dirigetevi a ovest sulla bellissima isola di Skye tra le Highlands scozzesi. Lungo il tragitto saranno numerose le fermate alla scoperta di quanto questa nazione ha da offrire.

Se amate la natura incontaminata e i piccoli borghi, la Scozia è pronta ad accogliervi!

16 Settembre 2011
Scozia_Highlands

Scozia: dal faro di Neist Point a Glasgow

  L’isola di Skye, in Scozia, è un angolo di paradiso, con la sua natura incolta e le pecore che dormono in mezzo alla strada. Spesso […]
14 Settembre 2011
Dunvegan_isola_di_Skye_Castello

Scozia: da Durness all’isola di Skye

  A Durness dormiamo in un bed & breakfast di una coppia di anziani, che ha adibito il sotto tetto a struttura ricettiva con due camere […]
11 Settembre 2011
Scozia_Edimburgo_Parlamento

Scozia: da Edimburgo a Durness per Inverness e Loch Ness e la Rosslyn Chapel

Il nostro viaggio in Scozia inizia partendo dalla capitale Edimburgo: arriviamo verso sera e possiamo già ammirarne lo stile gotico che la contraddistingue. La bassa illuminazione […]