Venezia non ha certo bisogno di presentazioni. La maggior parte degli italiani hanno imparato a conoscere questa città fin da piccolissimi: si tratta infatti di una delle prime destinazioni nelle quali vengono organizzate le gite scolastiche o le gite fuori porta con la famiglia.

Tutto il mondo ci invidia Venezia, annoverata nei siti patrimonio dell’umanità dell’UNESCO, e in molte parti si è cercato di replicarla, ma sempre con risultati ben differenti da quelli dell’autentica città lagunare. Ogni giorno accoglie migliaia e migliaia di turisti che arrivano da ogni parte del globo, rendendo la città quasi un luna park a cielo aperto. Si sa che Venezia vive di turismo, ma il flusso degli ultimi anni sta diventando difficilmente sostenibile e più volte ci sono stati scontri tra i cittadini e il governo circa il fenomeno delle grandi navi. Cioè le navi da crociera che entrano all’interno della laguna e fanno sbarcare i turisti in città. Ciò porta tantissimi soldi al comune e alle attività locali, ma dall’altra parte con le grosse correnti d’acqua rovinano ogni giorno di più la delicata struttura delle case e dei canali di Venezia.

Venezia è conosciuta come una delle città più romantiche al mondo: l’impossibilità di muoversi in automobile, ma solo attraverso traghetti e vaporetti porta a rallentare i tempi e gli scorci suggestivi in cui le strade sono sostituite da canali e gli incroci da ponti rendono decisamente particolare questa città.

Tutto intorno a Venezia sorgono una serie di piccoli isolotti (ben 62!), molti di questi destinazione di turisti che si fermano più giorni in città. Ad esempio Murano e Burano, famose nella produzione del vetro e dei merletti. Oppure la Giudecca, un insieme di otto isolotti che si trova proprio davanti a Venezia, suddivisa dall’omonimo canale.

Nella visita di Venezia i circuiti sono piuttosto consolidati e sono sempre simili a loro stessi. Vale la pena però prendersi un po’ di tempo per ammirare, oltre al ponte di Rialto, il ponte dei Sospiri e piazza San Marco, anche qualcuno dei suoi bellissimi musei. Tra questi ci sono la collezione Peggy Guggenheim e i musei di arte contemporanea Punta della Dogana e Palazzo Grassi, tutti ospitati in suggestivi edifici. A ciò associate una passeggiata anche per le calli meno battute dai turisti, alla scoperta della Venezia più autentica.

Se avete fortuna visiterete Venezia senza il fenomeno dell’acqua alta che di tanto in tanto incombe sulla città e inonda le vie e le piazze nelle quali vengono prontamente costruite delle passerelle. Nel caso in cui capitiate in città proprio in quelle occasioni avrete però la possibilità di vedere un altro aspetto di Venezia, che la rende così unica al mondo.

1 Gennaio 2013

Venezia – Palazzo Grassi

L’ultima fermata è Palazzo Grassi, altro palazzo sempre nel centro di Venezia che espone opere contemporanee. Anche questo, come Punta della Dogana, fa riferimento a François […]
31 Dicembre 2012

Venezia – Punta della Dogana

La seconda tappa è Punta della Dogana: un palazzo triangolare a quattro bracciate da piazza San Marco che ospita opere d’arte contemporanea. La mostra in corso […]
30 Dicembre 2012

Venezia – Peggy Guggenheim Collection

Dopo diversi anni sono tornato a Venezia. L’ultima occasione in cui c’ero stato dovrebbe essere una biennale di cinque o sei anni fa. Anche questa volta […]