Il Tempio di Valadier e l’Eremo di Santa Maria Infra Saxa

Grotta con tempio ottocentesco di Valadier

Mi era capitato di vedere qualche immagine del tempio del Valadier online e subito aveva attirato la mia curiosità. Mi sono così appuntato la destinazione nel mio elenco delle cose da vedere e l’occasione per raggiungerlo è stata una giornata organizzata per visitare le vicine grotte di Frasassi (leggi la guida).

Grotta con tempio ottocentesco di Valadier

Il Tempio di Valadier di Genga ^

Il Tempio di Valadier è un piccolo edificio incastonato all’interno di una grotta sperduta nelle montagne di roccia. Venne costruito durante l’ottocento e la sua posizione dispersa l’ha sempre preservato dal turismo di massa, che ultimamente gli sta invece donando notorietà e che porta qui decine e decine di persone.

Le sue piccole dimensioni lo rendono un gioiello incastonato tra le pareti della grotta. Il tempio di Valadier è una chiesa neoclassica costruita per onorare la Vergine Maria durante l’ottocento. Sulla facciata si trova l’iscrizione che recita Refugium Peccatorum, a testimonianza del fatto che in questo luogo possono recarsi i peccatori per chiedere perdono.
Questi spazi sono però celebri anche per aver dato rifugio ai credenti per diversi decenni. Nelle grotte alle spalle della chiesetta vennero infatti ospitati anche gli abitanti della zona messi in fuga dalle invasioni ungariche durante il decimo secolo e in altre occasioni di pericolo. Queste caverne divennero quindi una piccola cittadina, tanto che durante la costruzione del tempio di Valadier emersero resti di ossa seppelliti nei dintorni e antiche strutture come forni per il pane e magazzino per il grano.

La struttura del tempio di Valadier è a base ottagonale e mentre le pareti e gli interni sono costruiti in pietra di travertino, utilizzando una cava a monte della grotta, la cupola venne interamente rivestita con lastre di piombo. Anche la cupola è divisa in otto spicchi. Sulle facciate si trovano tre ordini di finestre e su due lati opposti le porte di ingresso agli interni.

Estremamente suggestiva è la vista del tempio una volta percorso tutto il sentiero che conduce fino a qui, ma ancora più bello è addentrarsi nella grotta, ricca di pietre appoggiate le une sulle altre, e salire per avere un punto di vista migliore: trovandosi le pareti della caverna attorno e davanti la chiesetta con sullo sfondo l’altra sponda della vallata.

Altitudine e dove si trova il tempio di Valadier ^

Per visitare il tempio di Valadier è necessario raggiungere il piccolo comune di Genga, in provincia di Ancona nelle Marche. Si trova spostato nell’entroterra e la cittadina famosa più vicina è Fabriano. Il tempio è a pochissima distanza dalle grotte di Frassasi (due chilometri) e infatti si trova all’interno del Parco Naturale Regionale Gola della Rossa e di Frasassi. Dista invece circa cinque chilometri dal centro storico di Genga.

Il tempio del Valadier si trova ad un’altitudine di 582 metri sul livello del mare, mentre il piccolo parcheggio dove lasciare l’automobile è ad un’altitudine di circa 255 metri sul livello del mare.

Breve storia del Tempio di Valadier ^

Il tempio di Valadier venne costruito all’interno di queste grotte, facenti parte del complesso delle grotte di Frasassi, solo nell’ottocento. La chiesetta venne infatti ultimata nel 1828, come celebrato nella medaglia commemorativa del V anno di pontificato di papa Leone XII.

Fu proprio papa Leone XII, originario di Genga, a voler costruire qui una piccola chiesa dedicata alla Madonna, eseguendo un progetto dell’architetto Giuseppe Valadier. Il tempietto andò ad affiancarsi al piccolo eremo di Santa Maria Infra Saxa, distante solo pochi passi, e ben più antico…

La struttura del tempio venne pensata a base ottagonale per legarsi a uno dei simboli cristiani, che vede nel numero otto la rappresentazione della Risurrezione di Gesù, avvenuta appunto l’ottavo giorno.

All’interno del tempio di Valadier è stata custodita a lungo la statua Madonna con Bambino di Canova, poi spostata all’interno del museo di arte sacra di Genga, perché diventato troppo pericoloso lasciarla incustodita qui. In ogni caso al suo interno è possibile vedere una copia scolpita in marmo di Carrara e il bell’altare in alabastro

Tempio del Valadier – Dove parcheggiare ^

Purtroppo il parcheggio a disposizione per raggiungere il tempio di Valadier è piuttosto limitato. Non si trova infatti un grosso spiazzo come per le grotte di Frasassi, ma solo qualche posteggio lungo la strada. Poco prima del cartello che segnala l’inizio del sentiero che sale sulla montagna è presente un piccolo spiazzo in cui è possibile lasciare l’automobile.

Se invece avete intenzione di fare una bella camminata (che si somma a quella in ripida salita che conduce fino al tempio) potete lasciare l’automobile nel parcheggio delle Grotte e raggiungere questo punto a piedi, con una camminata di circa due chilometri e mezzo.

Tempio del Valadier – Come Raggiungerlo ^

Per raggiungere il tempio del Valadier è sufficiente imboccare la strada che dalle Grotte di Frasassi prosegue in direzione del centro storico medievale di Genga. Non è necessario percorrerla tutta, ma ad un certo punto, a poco più di due chilometri dal parcheggio delle grotte (cinque minuti in auto), si noterà un cartello sulla destra

Il cartello in legno porta le indicazioni per il “Presepio Vivente”. Questo è il punto oltre il quale non si potrà proseguire in automobile ma solo a piedi. Una volta parcheggiato si imbocca una stradina (molto) ripida che in poco meno di un chilometro (circa settecento metri) conduce fino alla porta che ci immette nel Tempio. 

La strada è piuttosto ripida e faticosa. Sconsiglio di portarsi dietro dei passeggini, perché potrebbe diventare pericoloso sia in salita che in discesa proprio per l’accentuata pendenza. Tuttavia questi ne hanno libero accesso una volta superata la sbarra che impedisce a moto e automobili di entrare. Lungo il percorso, e anche in cima, non sono presenti punti di ristoro è quindi consigliabile portarsi dietro un po’ d’acqua soprattutto durante i mesi più caldi.

Tempio di Valadier – Orari di Apertura ^

Purtroppo il tempio del Valadier non è sempre aperto, ma segue tendenzialmente gli orari di apertura seguenti:

  • sabato dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18
  • domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.

Per essere certi di trovarlo aperto, però, è meglio informarsi preventivamente presso la Pro Loco di Genga.

Eremo di Santa Maria Infra Saxa ^

Proprio al fianco del tempio di Valadier, distante appena pochi passi, si trova l’eremo di Santa Maria Infra Saxa, o Santuario della Madonna di Frasassi. 

Si tratta di un luogo ben più storico del tempietto, infatti era già presente agli inizi dell’XI secolo, come testimoniato da un documento del 1029. Anche in questo caso l’eremo è incastonato nella roccia di una grotta, la quale compone addirittura parte della struttura interna. Inizialmente costruito come oratorio, l’eremo divenne presto un monastero di clausura.

L’eremo di Santa Maria Infra Saxa appartenne alle monache benedettine di clausura, che si chiusero qui per non avere contatti con l’umanità. Al suo interno veniva anticamente custodita anche una raffigurazione della Madonna in legno, che purtroppo finì bruciata durante un rovinoso incendio nella metà del secolo scorso.

Le pareti in roccia, completate dalla struttura in pietra, hanno però salvaguardato il resto dell’eremo di Santa Maria Infra Saxa e l’immagine della Madonna venne rifatta in pietra, ricalcando le effigi della precedente statuetta. Ancora oggi è possibile vederla, accedendo alla chiesa e guardando in fondo all’aula unica che la compone.

L’insegna posta all’inizio del sentiero che conduce fino a qui, è testimone del suggestivo presepe vivente che va qui in scena durante le festività natalizie.

Eremo di Santa Maria Infra Saxa – Come Arrivare ^

Una volta giunti al tempio di Valadier è estremamente semplice raggiungere l’eremo di Santa Maria Infra Saxa: si tratta di compiere appena una decina di passi in direzione delle pareti rocciose e ci si troverà davanti al suo ingresso. Già dal tempio si può invece chiaramente vedere la sua parete addossata alla roccia, che, attraverso una breve scalinata permette di raggiungere l’ingresso.

Eremo di Santa Maria Infra Saxa – Orari di Apertura ^

Gli orari di apertura dell’eremo di Santa Maria Infra Saxa sono i medesimi di quelli del tempio di Valadier, infatti entrambi si trovano dietro a un grosso portone in ferro che si apre nella roccia.

Vista panoramica da dentro alla grotta

Durante i weekend gli orari di apertura sono:

  • sabato dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18
  • domenica dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.

Per conoscere gli orari di ulteriori aperture si può contattare la pro loco di Genga.

https://www.lorenzotaccioli.it/wp-content/uploads/2019/11/Grotta-con-tempio-ottocentesco-di-Valadier-600x404.jpg
px600
px404
Il Tempio di Valadier e l'Eremo di Santa Maria Infra SaxaBreve storia e tutte le informazioni utili per raggiungere il Tempio di Valadier e l'Eremo di Santa Maria Infra Saxa, i due edifici immersi nelle grotte.https://www.lorenzotaccioli.it/tempio-di-valadier-eremo-di-santa-maria-infra-saxa-info/
Lorenzo Taccioli