Valensole e i Campi di Lavanda della Provenza

File di Lavanda - Panorama viola in Valensole - Provenza

Se siete diretti in Provenza durante i mesi estivi, uno dei vostri desideri potrebbe essere quello di vedere le grandissime distese di lavanda che continuano a vista d’occhio. In questo caso non potete perdervi la Valensole, dove si concentra il maggior numero di campi di lavanda. La loro quantità è talmente alta che il solo transitare in automobile con i finestrini aperti vi sommergerà di profumo di lavanda.

All’interno di questa valle è presente anche il paese che prende il nome dalla vallata, Valensole, nel quale si può fare una pausa per un pranzo veloce o per acquistare qualche souvenir.

Nell’organizzazione del viaggio, la prima cosa da fare, è documentarsi sui periodi di fioritura della lavanda, o si rischierà di vedere solo campi già raccolti.

File di Lavanda - Panorama viola in Valensole - Provenza

Dove si Trova la Valensole ^

La Valensole porta questo nome a causa delle condizioni estremamente soleggiate in cui si trova: la sua conformazione fa si che durante le estati il sole batta diretto per molte ore al giorno, così da renderla una vera valle assolata.

La Valensole si trova nel sud della Francia, nella regione conosciuta come Provenza, della quale è praticamente un simbolo. Più precisamente il territorio coperto da questa valle si allunga tra il lago di Sainte-Croix e la cittadina di Manosque.

L’altitudine media della Valensole è di circa 500 metri sul livello del mare e copre in totale un’area di ben ottocento chilometri quadrati.

Panorama con campi sterminati di Lavanda - Paesaggi della Provenza - Valensole

Cosa Vedere in Valensole ^

Gli spazi all’interno della Valensole sono molto ampi ed è possibili percorrerli in automobile o in bicicletta. Fare un percorso a piedi in Valensole non è consigliabile sia a causa delle lunghe distanze, che per la bassa concentrazione di attrazioni vicine.

Le attrazioni principali di questi luoghi sono senza dubbio i campi di lavanda (fino a metà luglio) e il borgo di Valensole.

Ecco cosa vedere.

I Campi di Lavanda del Plateau de Valensole ^

Sicuramente chi si trova a frequentare questi luoghi lo fa principalmente per ammirare la fioritura della lavanda. Anche uno come me, che non è particolarmente attratto da questi paesaggi, rimarrà certamente a bocca aperta e non saprà resistere alla tentazione di buttarsi in mezzo a questi campi colorati di viola.

Noi arriviamo in zona partendo dal borgo costruito sulla roccia di Moustiers-Sainte-Marie e i primi campi che incontriamo ci sembrano già qualcosa di immenso e parecchio suggestivo. Ovviamente ci fermiamo spesso e volentieri con l’automobile a bordo strada per scendere a fare qualche fotografia. La maggior parte dei campi di lavanda ha al fianco della strada una piccola area di terreno dove poter lasciare l’auto in sicurezza.

Non ci sono particolari regole e anche i coltivatori lasciano che i turisti entrino nei loro campi. Inutile dire che è necessario rispettare le coltivazioni e non strappare o calpestare le piante. Muoversi all’interno dei campi di lavanda è piuttosto semplice: le piante si trovano una al fianco dell’altra in lunghissime file, che lasciano lo spazio per camminare (e per far crescere ulteriormente i fiori) tra una fila e l’altra.

La lavanda cresce così rigogliosa nel Plateau de Valensole anche grazie al clima caldo e piuttosto secco, con temperatura che superano spesso i trenta gradi durante l’estate, ma che grazie a un perenne venticello fresco viene reso accettabile.

La coltivazione della lavanda in questa valle è relativamente recentemente, nonostante questa sia un’area da sempre dedita all’agricoltura. Prima dell’introduzione di questa pianta i campi erano coltivati con mandorli e querce da tartufo. Solo dal XIX secolo la lavanda ha cominciato a prendere il sopravvento, creando questi spettacolari paesaggi che si possono ammirare fino alla metà di luglio. La coltivazione della lavanda ha avuto un progressivo successo per gli svariati prodotti collegati a questa coltura:

  • il sapone di Marsiglia;
  • il distillato per profumi;
  • gli oli essenziali;
  • la produzione di miele di lavanda, ottenuto dalle api che volano in questi campi nei mesi estivi;
  • i profumatori per l’ambiente.

Quando vi lancerete in mezzo a questi mari di lavanda, dovete ricordarvi che non sarete i soli: vere e proprie squadre di api saranno già lì a saltare da un fiore all’altro, creando come sottofondo un forte ronzio costante. Si tratta di api e non di vespe, quindi la probabilità di essere punti crolla sensibilmente, ma per chi dovesse essere allergico alle punture di questi insetti è da tenere in forte considerazione la loro presenza.

Ragazzo salta nei campi di lavanda - Francia

Ai bordi dei campi di lavanda del Plateau de Valensole non è insolito trovare delle piccole bancarelle che vendono prodotti artigianali ottenuti dalla lavanda e dalla lavorazione delle materie prime del luogo. Sicuramente si tratta di ottimi souvenir da portare a casa.

Di tanto in tanto si noteranno dei cartelli che indicano la strada per il “museo della lavanda”, noi ne abbiamo visti diversi, capendo che quindi ne esiste più di uno e si tratta, quasi certamente, di aziende agricole che cercano di attirare turisti verso le loro bancherelle, con la scusa di mostrare come viene impiegata questa pianta.

Il Borgo di Valensole ^

In mezzo alla vallata immersa nella lavanda, si trova anche un piccolo borgo chiamato appunto Valensole. Non offre troppe attrazioni da visitare, ma trovo piacevole camminare tra le sue vie. Lo raggiungiamo circa ad orario di pranzo e in poco più di un’ora si gira completamente. Fate attenzione a non entrare in auto nel pieno centro storico, perché le strade vanno via via restringendosi e potrebbe capitarvi di trovarvi incastrati in una curva.

Già all’ingresso del borgo si trovano le indicazioni segnaletiche che riportano le strade da seguire per i parcheggi cittadini, posti ai piedi della collina su cui sono costruite le case. Vicino al parcheggio si sviluppa anche l’area più turistica di Valensole: una via affollata di ristoranti e botteghe che vendono prodotti tipici, letteralmente prese d’assalto dai turisti.

Qui, come nel resto della Provenza, si trovano una moltitudine di prodotti a base di lavanda: dai sacchettini per profumare i cassetti, alla lavanda venduta sfusa, dagli oli essenziali, ai saponi di Marsiglia aromatizzati alla lavanda e tanto altro. Non sarà complicato trovare un souvenir da portare agli amici.

Case provenzali su vicoli del centro storico cittadino

I vicoli di Valensole ^

Quello che più mi ha colpito del borgo di Valensole sono gli splendidi vicoli che si arrampicano su per la collina e sui quali si affacciano i numerosi palazzi residenziali. Questi vicoli vanno progressivamente stringendosi e sono ricchi di case colorate. Percorrendoli a piedi si incontreranno gli abitanti del luogo, queste vie non vengono infatti battute dai turisti, ma regalano uno sguardo sull’aspetto più autentico della città.

Vicoli del centro storico di Valensole - un borgo che vive sulla lavanda

Cappella di Sainte-Madeleine ^

Villedieu è un piccolo quartiere di Valensole a cinque minuti a piedi dal centro storico. Lo abbiamo notato passando in automobile alla ricerca di un parcheggio. Qui si trova il ponte che supera il fiume cittadino. All’ingresso dell’area di Villedieu c’è la cappella di Sainte-Madeleine: una piccolissima chiesa a navata unica, semplice e rustica. Questa cappella risale all’XI secolo.

Cappella di Sainte-Madeleine - Valensole

Castello del Gran Giardino di Villedieu ^

A pochi passi dalla cappella di Sainte-Madeleine, e affacciato sul fiume, si trova il castello di Villedieu con il suo parco. Questo castello è noto come il Castello del Gran Giardino (Chateau du Grand Jardin) e risale al XVII secolo, anche se la sua costruzione si è conclusa solo nel XIX secolo.

Famoso per il suo bel giardino, il castello del Gran Giardino è stato riconvertito in un prestigioso hotel dopo profondi lavori di ristrutturazione avvenuti nel 2011.

Castello del Gran Giardino di Villedieu - Cosa Vedere a Valensole

La Grande Fontana di Valensole ^

Ritornati nell’area più turistica di Valensole potete vedere l’inizio della via principale, riconoscibile dalla grande fontana sulla quale, nel periodo estivo, si affacciano i tanti turisti. Siamo in Place Thiers e la fontana pare si trovi in questo punto già dal 1734, anche se c’è qualche dubbio sulla veridicità di questa data.

Borgo di Valensole - Place Thiers - Grande Fontana e Lavatoi Pubblici

I Lavatoi Pubblici ^

Alle spalle della fontana si trovano i lavatoi pubblici del XVI secolo, ovviamente non più utilizzati, ma che rimangono come testimonianza storica. L’attuale utilità è quella di creare uno spazio ombreggiato, dove potersi fermare a riposare qualche minuto evitando il sole battente di queste zone della Francia. Alle spalla dei lavatoi ci sono alcune fontane di acqua potabile.

I Lavatoi Pubblici di Valensole - Cosa Vedere in Provenza

Festa della Lavanda ^

L’evento più atteso nella città di Valensole è strettamente legato al prodotto tipico di questo territorio: la lavanda. La festa che coinvolge l’intera città si celebra la terza domenica di luglio, quando la raccolta della lavanda viene conclusa e si celebra la lavorazione di questa pianta. La Fete de la Lavande (festa della lavanda) coinvolge tutto il paese, i vicoli vengono riempiti di bancherelle di prodotti tipici, il più famoso dei quali è il miele aromatizzato alla lavanda. Le donne indossano gli abiti tipici e fanno rivivere un suggestivo salto nel passato.

Nel sito ufficiale della città di Valensole si trova la data aggiornata della festa e il programma dell’anno in corso.

Mappa della Fioritura della Lavanda in Valensole ^

Quanto visitare la Valensole è una scelta fondamentale: chi capita da queste parti, solitamente lo fa per vedere le grandissime distese di lavanda in fiore. Scegliere un mese sbagliato vuol dire perdersi questi paesaggi suggestivi in cui tutte le colline di tingono di viola.

Viaggio in Provenza - Campi di Lavanda in Fiore

I mesi migliori sono quindi quelli della fioritura della lavanda, il cui periodo può variare di poche settimane ogni anno a seconda delle condizioni meteorologiche. Tendenzialmente questi periodi sono abbastanza definiti e raggiungono i picchi maggiori alla fine di Giugno e nelle prime due settimane di Luglio. Oltre queste date, infatti, i campi di lavanda vengono tagliati per poter impiegare il materiale nella produzione di tutti i lavorati tipici della regione.

Splendida Strada Alberata in Provenza

Questa la mappa della fioritura della lavanda suddivisa per le varie zone della Provenza e della Valensole. La mappa è tratta dal sito moveyouralps.

Mappa Fioritura Lavanda Provenza

La Provenza è però molto di più dei campi fioriti di Lavanda: non perderti nulla di questa regione, leggi l’itinerario di viaggio completo.

https://www.lorenzotaccioli.it/wp-content/uploads/2018/09/File-di-Lavanda-Panorama-viola-in-Valensole-Provenza-600x400.jpg
px600
px400
Valensole e i Campi di Lavanda della ProvenzaEcco i periodi migliori per visitare la Valensole e i suoi campi di lavanda. La mappa con i periodi di fioritura suddivisi per zona e cosa vedere.https://www.lorenzotaccioli.it/valensole-campi-lavanda-provenza/
Lorenzo Taccioli